STATO ALIMENTARE

SVILUPPA LA FIDUCIA IN TE STESSO E VALORIZZA LA TUA IMMAGINE
Conservare un peso forma equilibrato rappresenta un ottimo stimolo per prendersi cura di sé e migliorare la propria qualità della vita. Al di là dei condizionamenti dettati dalle mode, e da una società tutta protesa verso l’apparire, l’armonia del corpo è un segno di salute ed equilibrio.
Secondo le statistiche ufficiali si tratta di una meta sempre più desiderata:oltre il 40% della popolazione adulta è in condizione di sovrappeso,e oltre il 10% soffre addirittura di obesità. Purtroppo sovrappeso ed obesità non risparmiano oggi neanche i bambini;come dimostra una recente indagine dell’Istituto Nazionale della Nutrizione oltre il 35% dei bambini italiani è in sovrappeso o obeso.
Si parla di sovrappeso quando si registra un incremento di peso, rispetto al peso medio ideale non superiore al 20%. Parliamo di obesità oltre questa soglia.

Ma perché si diventa obesi?
Molti studi hanno confermato che l’obesità ha una base genetica, legata al metabolismo delle cellule adipose, sede dell’accumulo dei grassi. Questo spiega perché alcuni individui possono mangiare molto senza ingrassare mentre alcuni ingrassano pur limitando le calorie che introducono.
Ma è un errore considerare sovrappeso ed obesità solo come una malattia; la maggior parte delle volte esse sono dovute solo ed esclusivamente alle nostre “cattive” abitudini alimentari:
cibi precotti,ricchi di grassi,bevande gassate, fritture ecc. sono la maggior parte delle volte la causa principale.

NO ALLE DIETE AGGRESSIVE
Le diete aggressive provocano si una rapida perdita di peso iniziale,ma quasi sempre i chili persi vengono poi rapidamente riguadagnati ,anzi a volte si arriva ad un peso addirittura superiore a quello di partenza aggravando ulteriormente la situazione.
La strategia vincente è la riduzione graduale del peso, ottenuta modificando in modo permanente il regime alimentare ed eliminando le cattive abitudini,con
una corretta educazione alimentare effettuata da personale qualificato.

Camminare fa bene!
L’attività fisica svolta in modo regolare è un fattore indispensabile nel raggiungimento del peso ideale.

Pensare positivo!
Per prima cosa è necessario modificare il nostro linguaggio,eliminando i termini negativi sostituendoli con frasi o parole propositive.
Sentirsi fortunati di avere intrapreso una strada che ci porta ad una condizione di maggiore gioia e autostima.
Gratificarsi con della buona musica o con qualsiasi cosa che ci faccia sentire più vivi,e “nutrire” quotidianamente la nostra convinzione.

NO ALLE DIETE TRISTI!
La felicità è la base della salute, una dieta triste non porta a nulla ed è destinata ad essere presto abbandonata. Volersi bene,masticare molto, gustare il cibo invece di ingurgitarlo,soffermarsi a dare un pizzico di colore ai piatti,guardarsi allo specchio e vedere armonia è possibile:
Basta cominciare!
ALIMENTI SI
Acqua, Seitan,Alghe, Tempeh,Carne Bianca, Tofu,Cereali Integrali, Verdure Crude,Insalate Miste, Verdure Cotte,Legumi, Mandorle,Pesce.

ALIMENTI NO
Alcool, latte e derivati,Bibite gassate, Zuccheri,Carboidrati (eccessivi), Frutta secca,Cereali raffinati, Dolci,Cibi precotti, Fritture,Cibi additivati,Farine raffinate.

INTOLLERANZE ED ALLERGIE ALIMENTARI: IL BENESSERE DELLA DISINTOSSICAZIONE
Il termine ALLERGIA deriva dal greco allo (altro) ed érgon (attività).
Ma Qual'è la differenza fra ALLERGIA e  INTOLLERANZA?
ALLERGIA = reazione istantanea
INTOLLERANZA = reazione lunga nel tempo
ALLERGIA
L’allergia non è altro che una reazione di ipersensibilità nei confronti di una o più sostanze solitamente innocue. Quando questo accade il sistema immunitario libera una sostanza vaso-attiva,l’istamina la cui funzione è quella di neutralizzare quello che l’organismo percepisce come un agente “invasore”.L’istamina è la causa di tutta quella serie di disturbi quali congestione nasale,aumento della produzione di muco,edemi ecc. con cui si manifesta di solito l’allergia.Le allergie possono essere: stagionali,alimentari,causate da prodotti chimici,polvere,acari etc.Sono un problema che colpisce una fascia sempre più ampia della popolazione mondiale.

INTOLLERANZE
F. W. HARR (1905) e W. R. SHANNON (1922) furono coloro che resero chiari i meccanismi di azione correlati tra intolleranze alimentari e patologie.

"le intolleranze non sono una moda del momento"
Ma quali sono i sintomi imputabili ad intolleranza verso Alimenti,additivi alimentari,agenti ambientali,prodotti sintetici ed un non corretto utilizzo di Vitamine,Minerali ed Amminoacidi?
 
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
Depressione,incapacità a concentrarsi,sonnolenza,alterazione ritmo sonno/veglia,affaticamento,disturbi di apprendimento,ansia,iperattività,scarsa memoria e /o concentrazione,vampate di calore,mal di testa, disturbi convulsivi,dislessia,disgrafia.
 
OCCHI,VISTA E FUNZIONI CONNESSE
Fotofobia,diplopia, prurito palpebrale,bruciori,mioclonie palpebrali,rossore e gonfiore dell'angolo interno della palpebra.
 
ORECCHIE ED UDITO
Prurito,senso di instabilitò,sensazione di orecchie tappate,otiti,ronzii ed acufeni,aumentata sensibilità ai suoni.
 
SENI NASALI;NASO ED OLFATTO
 Prurito,raffreddori frequenti,starnuti,olfatto ridotto o aumentato,sinusite,congestione nasale.
 
BOCCA E GOLA
Afte,Gengive gonfie,ipersalivazione,faringite o laringite,raucedine,gonfiore in gola,gola secca,prurito in gola o al palato.
 
POLMONI
Difficoltà di respirazione,formazione di muco nei bronchi,asma/dispnea,tosse,tosse intermittente,tosse parossistica,iperventilazione.
 
CUORE E VASI SANGUIGNI
Dolore precordiale,angina,palpitazioni,tachicardia,extrasistole,iperidrosi,congestione venosa ed arteriosa.
 
SANGUE
Anemia,leucopenia,trombocitopenia,aumento o diminuzione della coagulazione,immunodeficenze.
 
MUSCOLI ED ARTICOLAZIONI
Crampi,spasmi,mal di schiena,tremore,debolezza muscolare, rigidità articolare,gonfiore articolare, miosite, rigidità muscolare.
 
PELLE
Prurito locale,prurito generalizzato,orticaria,aumento o diminuzione della sudorazione,acne,eczema,dermatite,bruciore,rossore,formicolio,senso di calore,senso di freddo,bolle,ulcere,papule,macchie.
 
APPARATO GASTROINTESTINALE
Gonfiore,nausea,appetito ridotto,dolori addominali,crampi,diarrea,colon spastico,stipsi,flatulenza,eruttazione,iperacidità,prurito anale,bruciore anale,emorroidi.
 
APPARATO GENITO URINARIO
Enuresi,minzione dolorosa,metrorragie, mestruazioni irregolari, dismenorrea, minzioni frequenti.
 
Ma Qual'è la soluzione per lo studio e per la diagnosi delle intolleranze?

Esso è basato sul principio della biorisonanza:
Permette di interagire con le energie dell’organismo a livello atomico, molecolare, cellulare, degli organi ed apparati, così possiamo decodificare i segnali del corpo, “se si possono decodificare si possono anche inviare”.
Gli strumenti utilizzati effettuano una verifica di risonanza tra il campione di unghie (che grazie alla sua struttura mantiene la memoria delle caratteristiche dello spettro di frequenza) e le frequenze che contengono le informazioni dello spettro di frequenza degli alimenti ed altre sostanze che si vogliono testare.
La misura viene effettuata ponendo in un circuito con ambiente bonificato, il campione con ciascuna frequenza di interesse.

risultato:
 

INDICAZIONE DI INTERFERENZA TRA IL CAMPIONE E LA SOSTANZA INSERITA NEL CIRCUITO
 
 
Come insorgono le allergie alimentari?
 
  • Con le sue superfici esterne ed interne il nostro organismo è esposto agli antigeni degli ambienti che lo circondano.
  • L’epidermide, le mucose bronchiali insieme alla superficie interna degli alveoli polmonari, e infine il tubo digerente (300 mq) sono in contatto costante con il mondo esterno.
  • Il sistema immunitario intestinale, il maggiore del nostro organismo, può reagire indipendentemente dal resto, insieme alla difesa aspecifica della mucosa intestinale definita “mucosa block”.
  • Contro la penetrazione di antigeni vengono prodotti, soprattutto anticorpi IgA come fattori di difesa delle mucose.
  • Gli allergici a determinate sostanze presentano un tasso di IgA molto basso, per cui gli allergeni possono infrangere facilmente il mucosa block provocando una sensibilizzazione allergica.

LA SALUTE SI COSTRUISCE A TAVOLA
Comporre i pasti con gusto e fantasia, tenendo conto degli effetti che le scorrette combinazioni alimentari possono provocare alla nostra salute, può essere semplice se conosciamo alcune elementari nozioni della fisiologia digestiva.Quando l’apparato digerente non è nelle condizioni di funzionare al meglio, la digestione incompleta produce sostanze tossiche che a loro volta causano alterazioni della flora intestinale che danno luogo ad altre tossine quali: putrescina, scatolo, indolo, creosolo etc.Solitamente l’organismo espelle tali tossine,ma a lungo andare,se intervengono fattori scatenanti quali stress,uso continuativo di farmaci di sintesi, ridotta capacità di reazione, provoca un esaurimento dell’Energia Vitale avvertita come una stanchezza continua.
Lo stato di tossicità generale aumenta finché invade le cellule stesse producendo gravi patologie, che spariscono con un’alimentazione sana,e con il corretto uso delle associazioni alimentari.

Diceva Ippocrate:
“i vostri alimenti saranno le vostre medicine e le vostre medicine saranno i vostri alimenti”
La salute comincia con la scelta del cibo giusto.
Scegliamo cibi provenienti da coltivazioni, da agricoltura biologica.

Il promotore fu Rudolf Steiner che in una delle sue conferenze nel 1924 disse:

“quando si alimenta con carne un bovino, esso diventa pazzo!”

In altre parole egli aveva previsto la BSE.

PESTICIDI, ADDITIVI, CONSERVANTI PROVOCANO NUMEROSI DANNI SUL NOSTRO ORGANISMO
Queste sostanze disturbano la formazione del testosterone, il trasporto e il metabolismo.Le possibili conseguenze sono: effemminizzazione nel sesso maschile, ridotta quantità e qualità dello sperma, infertilità.Esiste una stretta correlazione tra questi effetti e il forte aumento nei Paesi industrializzati di cancro: al testicolo nei giovani maschi, alla prostata e al seno.Che cosa possiamo cambiare subito e facilmente?
Abitudini di vita
Diagnosi precoce
Cura
Quindi,le malattie ambientali NON sono un problema PRIVATO ma interessano TUTTI poiché alla radice c’è il nostro personale comportamento.
Non dobbiamo confidare nelle possibilità che la medicina ha di fornirci al momento giusto i mezzi per riparare ogni danno;
RIPARARE fin tanto che sia possibile, è bene;ma PREVENIRE con il nostro agire responsabile è sicuramente molto meglio,
non solo per noi stessi, ma per ogni forma di vita sulla Terra.
 
 
 
 
THOMAS EDISON
“IL MEDICO DEL FUTURO NON SOMMINISTRERA’ MEDICINE, MA COINVOLGERA’ IL PAZIENTE NELLA CURA DELLA STRUTTURA E DELLE FUNZIONI DELL’ORGANISMO UMANO NELL’ALIMENTAZIONE, NELLE CAUSE E NELLA PREVENZIONE DELLE MALATTIE”.
Categoria: