ECOCOLORDOPPLER

Scritto da Super User
Che cos’è l’ecocolordoppler?
Si tratta di una tecnica non invasiva di diagnostica per immagini che permette la visualizzazione ecografica dei vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico. In particolare, tramite l’ecocolordoppler è possibile vedere il movimento nei vasi e studiare il quantitativo di sangue che giunge ad un organo o struttura.
Questa metodica si rivela molto utile nella diagnostica delle patologie vascolari, permettendo di monitorare nel tempo stenosi arteriose e venose, aneurismi, trombosi e insufficienze venose.


Come si svolge
L’ecocolordoppler è un esame che non reca alcun dolore o fastidio.
Il medico fa distendere il paziente, denudato nella parte da esaminare, su di un lettino e lo spalma con un gel denso per eliminare le bolle d’aria . Dopodiché, tramite la sonda appoggiata sulla regione da esaminare, procederà con la visualizzazione delle immagini.
 
ECO-COLOR DOPPLER DEI TRONCHI SOVRAORTICI (TSA)
Che cos’è?
L’esame di scelta per la diagnosi e per lo screening delle malattie cerebrovascolari è l’ecocolor Doppler dei Tronchi Sovraortici. Esso rappresenta una metodica semplice, non invasiva, a basso costo, riproducibile, in grado di documentare con sufficiente accuratezza una patologia stenosante od occlusiva a carico delle arterie esaminate assumendo anche informazioni di carattere prognostico.
L’Eco-color Doppler TSA è una metodica di analisi dei segnali ultrasonori che consente di valutare la velocità del sangue dei segmenti arteriosi studiati (in questo caso vengono valutati il sistema carotideo e quello vertebro-basilare), tale dato è correlabile al flusso ematico e alla presenza di eventuali riduzioni del lume vasale.

A cosa serve?
L’eco-color Doppler TSA consente di studiare la morfologia dei vasi, la loro pervietà e calibro; di riconoscere le lesioni aterosclerotiche (placche), il conseguente grado di stenosi e l’evolversi di questi fenomeni nel tempo. Lo studio eco-color Doppler TSA trova numerose indicazioni, alcune basate una sintomatologia neurologica, quali ad esempio un ictus recente o un TIA (attacco ischemico transitorio) ed alcune di screening in pazienti con fattori di rischio, quali ad esempio ipertensione arteriosa, diabete, ipercolesterolemia, fumo.
L'Ecocolordoppler arti inferiori arterioso o venoso.
Viene effettuato in genere per accertare la funzionalità del reflusso e l'eventuale presenza di trombi venosi superficiali o profondi, e per quanto riguarda l'aspetto arterioso, per esaminare l'aspetto morfologico delle arterie dell'arto in esame alla ricerca di eventuali stenosi, occlusioni o aneurismi. Normalmente nell'esame vengono esplorate l'arteria e la vena femorale comune, l'arteria profonda, l'arteria e la vena poplitea, le arterie tibiali, le vene gemellari, la grande e la piccola safena e altre vene collaterali accessorie.
 Figura 1Figura 2